Voglia di cazzo....

Sono una ragazza di città alla qual e piace il cazzo in maniera esagerata, tutto il giorno, tutti i giorni ne prenderei, adoro essere corteggiata e domata.......
Ero a mangiare un panino in pausa pranzo in un bar, quel giorno indossavo un vestitino raffinato e molto sexy con un paio di scarpe col tacco vertigginose quando mi accorgo di essere guardata da un uomo poco distante da me, il suo sguardo non mi mollava e io che adoro mettermi in mostra avevo iniziato ad accavallare la gambe per istigarlo, premetto che io amo le calze velate e prediligo le autoreggenti anche perchè se devo scopare sono molto più comode e versatili.....
Dopo un quarto d'ora che fissava le mie gambe facendo finta di niente mi giro verso di lui e apro le cosce facendogli intravedere l'elastico delle autoreggenti, volevo istigarlo così tanto che speravo mi seguisse una volta fuori dal bar..... finito il panino mi alzo e vado a pagare, mentre ero in coda alla cassa quell'uomo si mette dietro di me anche lui per pagare e dopo pochi secondi sento il suo pacco duro appoggiarsi al mio culetto, io con aria ingenua mi inizio a fare più indietro per sentirlo tutto e bene, era sempre più duro, sembrava che da li a poco scoppiasse e mi aveva messo una voglia insaziabile quindi lascio cadere a posta il portafoglio e mi piego a pecora per raccoglierlo tenendo sempre il mio sedere appoggiato al suo cazzo....
Una volta pagato sculettando mi avvio verso l'uscita poi mi sono fermata davanti al locale per accendermi una sigaretta mentre prendevo tempo per aspettarlo, avevo una voglia di cazzo in quel momento che mi serei scopata il primo ragazzo che passava, appena lo vedo uscire mi incammino verso la macchina e lui dietro..... mi eccitava l'idea di essere bramata; avevo parcheggiato in un garage sotterraneo e appena sono arrivata alla mia auto non avevo avuto il tempo di estrarre le chiavi che sento la sua presenza piombare dietro di me, mi spinge contro la macchina mi alza la gonna e mentre mi baciava il collo mi faceva un ditalino, ero bagnatissima e con una voglia che non resistevo più, tanto che avevo iniziato chiedergli di scoparmi.... con un gesto mi sono spostata le mutandine palpandolo gli tirai fuori il cazzo e me lo sono impuntato nella patata, con un colpo di anche me lo mise tutto dentro; stavo godendo come una maiala, sentire il suo cazzo duro tutto dentro, le sue mani come un polipo ovunque......!!!
Quel giorno avevo così tanta voglia di cazzo che mi sono fatta pure inculare.....

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!