Ti prendo e ti scopo

Mi chiamo Luca e faccio il magazziniere per una grossa multinazionale, come in tutte le grandi aziende il personale è moto tra donne uomini ragazzi e ragazze che stanno in ufficio o in catena di montaggio.... e come in ogni posto di lavoro nascono storie d'amore abusive e a volte accade a chi è sposato; in tutto questo caos di trasgressione e passione ho una collega che lavora in ufficio alla quale evidentemente gli garbo un bel po visto che ogni volta che passa per il magazzino mi faceva sempre battutina maliziose o sul mio sedere o sul mio pacco per istigarmi; col tempo ho iniziato a promettergli che prima o poi il mio pacco lo avrebbe sentito tutto nel bene o nel male!!! Per sua fortuna o sfortuna quel giorno ero rimasto di più al lavoro per finire di imballare del materiale che dovevamo spedire e la ragazza che tutti i giorni mi istigava era rimasta anche lei per fare le bolle per il viaggio; come sempre era molto sexy con i suoi vestitini corti e quelle gambe chilometriche mi faceva impazzire..... erano le nove di sera ed eravamo rimasti solo noi due in azienda quando ad un certo punto viene da me per chiedermi informative sul lotto che stavo imballando e li ho capito di dover mettere in atto la mia vendetta trasgressiva; appena mi chiede dei codici io gli rispondo che se li voleva vedere doveva andare sopra la scala visto che erano a due metri da terra, lei mi fa un sorrisino e sale, io che sono un maiale per natura gli vado a tenere la scala, non potevo non sbirciare sotto a quella gonna e noto con immenso piacere che non aveva le mutandine!!! In quel momento mi è salito l'ormone e il cazzo era duro come acciaio mentre lei non so se apposta o senza rendersela muoveva in continuazione il culetto con la scusa che non vedeva bene i codici e vedere quella patatina al vento mi aveva messo una voglia che la metà bastava..... era giunta l'ora di scendere da li e mentre faceva scalino scalino dopo l'altro io l'aspettavo giù a terra pronto per agguantarla e scoparla, arrivata giù gli appoggio il pacco sul culo, lei mi guarda e mi chiede che pensavo di fare, io con fare sicuro gli rispondo :- Ora ti scopo!!! Inizialmente si dimenava come se non volesse prenderlo ma lo sapeva che sarebbe arrivato quel giorno e io sono un uomo di parola, gli ho preso la coda con luna mano nei capelli per tenerla girata e con l'altra gli ho alzato la gonna e l'ho messo dentro tutto.... la scopata era partita con lei che non voleva e mi chiedeva di smetterla, ma dopo pochi minuti che lo prendeva aveva iniziato a chiederne sempre di più!!!! Quella fu una gran bella scopata, trasgressiva e in un luogo eccitante...... da quel giorno ogni tanta rimaniamo di più al lavoro!!!

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!